Intred

website www.intred.it
comune Brescia
settore telecomunicazioni

Una nuova sede, l’accordo siglato con Vodafone Italia e l’espansione della rete

Il fondatore e amministratore delegato di Intred, Daniele Peli

L’apertura di una nuova sede, l’accordo di partnership con Vodafone Italia e l’implementazione del piano triennale di investimenti per l’espansione della rete: questi i punti cardine 2020 della nuova crescita di Intred, l’azienda bresciana specializzata nella connettività delle reti in banda ultra-larga, banda larga, wireless, telefonia fissa, servizi cloud ed accessori, rivolti a clienti business e consumer. L’azienda guidata dal fondatore e a. d. Daniele Peli, presente in Borsa su Aim Italia, il mercato dedicato alle pmi, ha tratto ulteriori spunti di dinamismo dalle esigenze imposte della pandemia: «Il Covid-19 ha fatto capire quanto sia importante la connettività di qualità nelle case e nelle aziende - sottolinea Daniele Peli -. C’è in atto una migrazione dalla vecchia tecnologia del rame alla fibra ottica. Per quanto ci riguarda il settore è decisamente dinamico, con il 50% degli interventi realizzati dovuti all’aggiornamento tecnologico e il 50% a nuovi clienti». Un ulteriore input lavorativo ha richiesto a Intred di rivedere la struttura logistica: «La nostra squadra di lavoro - illustra il bresciano - è composta da circa 150 persone e, seppur molti dei nostri tecnici lavorino in smart working, anche per rispettare il distanziamento e le regole anti Covid abbiamo deciso di aprire una nuova sede di 1.600 metri quadrati nelle immediate vicinanze di quella attuale. La nuova sede è stata aperta in settembre». L’accordo con Vodafone è un fiore all’occhiello dell’esercizio 2020: «Questa operazione permetterà a Intred di offrire un servizio di Tlc a 360 gradi - prosegue Peli -. Diventiamo un operatore mobile virtuale. Il servizio sarà a disposizione dei clienti Intred a partire dalla seconda parte del prossimo anno e saranno disponibili pacchetti sia per il servizio in fibra che mobile». Anche il piano triennale di investimenti non ha subito contraccolpi per il Covid: «Continuiamo ad investire risorse per lo sviluppo della rete - conferma Peli -. Abbiamo preventivato un investimento, nel triennio 2019-2021, per 30 milioni di euro destinati alla rete e 10 milioni alle nuove acquisizioni e stiamo mantenendo quanto previsto. Nel primo semestre 2020 abbiamo investito 4,8 milioni di euro».

Il fondatore Peli: «Il Covid ha fatto capire quanto sia importante la connettività di qualità»

A fronte di tanto impegno, i conti tornano: «I risultati sono positivi come conferma la crescita del fatturato del 17% nel primo semestre dell’anno sull’analogo periodo del 2019. Per quanto riguarda i clienti attivi, la soddisfazione è aver superato quota 40mila». Il prestigio di Intred è ampiamente confermato dagli investitori.

A cura di Numerica

Editoriale Bresciana