Surveye

surveye.it

Dall’azienda: «Non vogliamo vendere prodotti ma sicurezza»

Diego Corsini, presidente del Consiglio di amministrazione di Surveye

La serenità delle persone e delle imprese, è questa la mission di Surveye: «Affondiamo in un mare di soluzioni tecnologiche e ogni prodotto lanciato sul mercato è il risultato di una serie di compromessi fondati sulle decisioni prese da responsabili di produzione, dal marketing, dalla progettazione, dalle vendite... e da chiunque abbia interessi economici - spiegano in azienda -. Non vogliamo vendere prodotti ma sicurezza. Puntiamo all’eccellenza. Interpretiamo le esigenze del cliente impiegando le migliori tecnologie nel mondo della videosorveglianza, antintrusione, controllo accessi, rilevazione fumi e supervisori, traducendole in un progetto su misura. Siamo infatti convinti che il rapporto umano sia ancora l’ingrediente fondamentale affinché la tecnologia possa esprimersi nella più completa efficienza».Inseguire il cambiamento non è facile: «È uno sforzo necessario se significa fare il bene dell’azienda e dei suoi clienti. Il cambiamento deve coinvolgere tutta l’azienda in ogni suo settore, seguire un piano affidabile ed essere supportato da un comportamento coerente; vanno incoraggiati la partecipazione e i comportamenti ed atteggiamenti innovativi, il tutto nella più totale chiarezza. Questo ci ha permesso di evolvere.

Siamo nati nel 1995 - precisano alla Surveye -. Abbiamo vissuto il mondo della sicurezza dagli albori, passando dal mondo analogico a quello IP. Abbiamo integrato tecnologie termiche e video analisi. Negli ultimi anni abbiamo percorso una profonda metamorfosi: l’azienda prima diventa unipersonale (2015), poi cambia ragione sociale (2017); aumenta il fatturato e incrementa il team interno fino a maggio 2019, quando chiude questo importante percorso con il cambio di sede. Ora lavoriamo per differenziarci. Sperimentiamo per evolverci. Integriamo nuove tecnologie, come importanti progetti RFID nel luxory e non, mettiamo a disposizione dati essenziali per chi deve amministrare ecosistemi sempre più complessi e interconnessi che richiedono informazioni rapide, mirate e nel rispetto delle normative a partire dalla privacy, come può essere lo scenario della smart city o una semplice ma importante statistica per il marketing. Siamo spinti dalla nostra passione, benzina per andare avanti, che ha sempre e solo un obiettivo: soddisfare le richieste dei nostri clienti, che spaziano dal retail alla logistica, dalla PA al residenziale, dal bancario alle strutture alberghiere».

Lo sviluppo passa da una cultura organizzativa basata su formazione condivisione e apprendimento

Surveye è fortemente convinta che lo sviluppo passa da una cultura organizzativa basata su formazione, condivisione delle strategie, capacità di apprendimento, riorganizzazione della propria cultura: «Ci impegniamo per creare un’immagine forte, per dare sicurezza ai clienti.

Lavoriamo sul nostro futuro. Un perfetto equilibrio fra tecnologia e rapporto umano».